Si è verificato un errore nel gadget

mercoledì 31 ottobre 2012

PPP UNA POLEMICA INVERSA


PPP- PALAZZO INCONTRO, VIA DEI PREFETTI 22, ROMA   6/4 Euro








Da oggi a Palazzo Incontro Fandango Incontro presenta al pubblico alle ore 18:00 "PPP Una Polemica Inversa", un tributo artistico a Pier Paolo Pasolini. Diversi artisti contemporanei hanno interpretato visualmente la poetica di Pasolini. La promessa degli organizzatori è che provocazione e simbolismo saranno i cardini sui quali ruoterà la mostra.


venerdì 19 ottobre 2012

AFFORDABLE ART FAIR

La Pelanda – ex Mattatoio Testaccio
Piazza Orazio Giustiniani, 4I   dal 26/10/2012  al  28/10/2012


 In una locazione ormai consolidata per l'arte contemporanea si terrà la tappa italiana di un'iniziativa molto particolare: una mostra/mercato di giovani talenti artistici che promette di essere alla portata di (Più o meno)  tutte le tasche. Durante l'evento sarà possibile incontrare gli artisti, vederli al lavoro, degustare vino, portare con sè il proprio amico cane.  Numerosi eventi accessibili a tutti e altrettanti disponibili solo su invito. Su quest'ultimo punto non posso che esprimere tutta la mia contrarietà a proposito di un metodo che da sempre taglia fuori dal mondo dell'arte contemporanea gli interessati non "addetti ai lavori". Fra gli eventi limitati l'esibizione dei Quiet Ensamble. 

Per maggiori informazioni


AFFORDABLE ART FAIR ROMA

domenica 14 ottobre 2012

LE CORBUSIER AL MAXXI


MAXXI, dal  18.10.2012 al 17.02.2013

Al via fra pochi giorni al MAXXI di Via Guido Reni, 4/A l'evento dedicato al padre del desing e dell'urbanistica contemporanei. Diversi spazi espositivi ci guidano in ordine cronologico verso la comprensione completa dell' "esperienza Le Corbusier", dal pensiero pop(olare) all'architettura a misura d'uomo.

NEON

MACRO, dal 21.06.2012 all' 11.11.2012



Nella sala Enel del Macro di Via Nizza è ancora possibile visitare "NEON", mostra ambiziosa che si pone l'obbiettivo di illustrare in breve le varie possibilità del neon declinate finora in campo artistico.
Dopo il grande successo alla Maison Rouge di Parigi è sbarcata a Roma l'edizione MACRO, a cura di David Rosenberg e Bartolomeo Pietromarchi, la quale presenta alcuni nomi del tutto inediti alla versione parigina.
Lo spazio di allestimento è stato gestito in maniera originale: se la Maison Rouge appariva come una galleria onirica alà David Lynch la sala Enel punta tutto su una giocosa sebbene asettoca apparenza da hangar nel quale ammassare le opere, le quali in effetti sembrano rispondere positivamente, depositandosi mollemente, limitando a lampeggiare sulle pareti bianche e immacolate. Prediligendo un design minimale si è certamente deciso di lasciare spazio al significato, spesso delicatamente poetico, laddove era presente e allo studio della materia neon fine a se stessa laddove l'ottica prendeva il sopravvento sul senso. E' proprio nelle opere più legate al concetto di spazio luminoso che incontriamo l'incanto che caratterizza  tutta l'esposizione: colori, giochi di riflessi, suprematismi materializzatisi nel mondo reale, elettricità manipolata come se fosse affresco o acquerello, collage di luce "appartenente all'immaginario comune".
I materiali, spesso di recupero, lasciano il segno, stuzzicando l'impressione di trovarsi di fronte ad una variazione sul tema post-industriale, suscitando involontarie malinconie.

Uno spazio "rapido" per la rapida esplorazione di concetti ancora nuovi.

Da abbinare assolutamente ad una visita all'"Urban Arena", nuova idea espositiva dedicata ai più grandi street artists, un allestimento impressionante eseguito direttamente sui muri del MACRO stesso e dei palazzi circostanti.